Archivi tag: best of

Cosa ho “visto” quest’anno (Edizione 2012)

Interrompiamo il resoconto di viaggio per il ritorno, dopo un anno di stop, dell’ormai classica rassegna di quanto ho “fatto” online. Oltre al resoconto vi sarete “resi conto” che non ho scritto nulla, però ho scattato un bel po’ di foto. In un ideale rullino da 36 che va dal 1 gennaio a oggi, ci vedrei bene queste foto qui.

Gennaio

Il capodanno degli italiani (1/365)
Inizia il progetto 365 (purtroppo presto abbandonato) con “Il capodanno degli italiani”, ovvero assonnati sul divano.

A bus trip (9/365)
I buoni propositi per scattare ci sono, anche i soggetti all’inizio sembrano interessanti, così colgo l’espressione seria della signora sul 545.

Una corsa nel parco (26/365)
Se si arriva al lavoro in anticipo, una passeggiata a Villa Torlonia può far piacere e si scopre che un sacco di gente la mattina corre.

Febbraio

Broccolo/2
A febbraio arriva la neve! Potevo farmi sfuggire l’occasione di fotografarla?

Come tutto ebbe inizio (51/365)
Quando fa freddo e buio presto, c’è poco da fotografare fuori. Allora con un paio di luci, un cartellone giallo e un flash ci si può divertire a fare qualche esperimento.

Amici! (60/365+1)
Un po’ di ricordi: una bella cena tra amici per salutare Gabriele che andrà 6 mesi in Cile.

Marzo

Bucare lo schermo (63/365+1)
Fa ancora freddino per uscire agli inizi di marzo, quindi ancora qualche esperimento: in questo caso una foto a una foto che mostra quanto c’è dietro lo schermo, con un interessante, seppur non riuscitissimo effetto “schermo bucato”.

Seduto sul baratro di un mondo all'ingiù
Ogni tanto infilo un rullino in una macchina fotografica. Questa era piuttosto vecchia e stanca, quindi non riusciva ad avanzare correttamente il rullino, con esposizioni multiple impensabili ma assolutamente interessanti.

IMGP2463
Finalmente arrivano le belle giornate e le prime uscite. Strani incontri nel parco nazionale del Circeo ti precipitano nelle giungle del subcontinente indiano di salgariana memoria.

Aprile

Cenetta in centro (93/365+1)
Ad aprile inizia il corso di fotografia e già rientrando dopo la prima lezione ci si sente ispirati.

000013
Un bel ritratto in bianco e nero di una futura mamma che si gode il sole e la compagnia.

Finestra
Cinecittà: la prima uscita del corso a cui partecipo. Questa foto (ritagliata e risistemata) poi verrà esposta nella mostra di fine corso.

Maggio

IMGP5573
Isolare dal contesto i colori e trasformarli in “forme”, una lampada a semicupola nera diventa un disegno astratto.

The kiss
Una delle foto che più mi piace di quest’anno, un bacio colto quasi per caso.

IMGP5941
L’uscita all’auditorium di Renzo Piano. Sarà che è un auditorium, sarà che è di Piano, ma queste scale e queste ombre non vi sembrano i tasti di un piano?

Giugno

IMGP6327
L’ora blu nell’ultima uscita del corso.

IMGP6444
Ecco Pasquale, l’insegnante che ha saputo tirar fuori il meglio da tutti!

IMGP6560
Un’intera notte a sistemare petali per l’infiorata a Spello, un’esperienza interessantissima.

Agosto

E luglio? Boh, a quanto pare non ho caricato foto scattate a luglio su flickr, meglio così, di agosto ce ne sono veramente tante!
IMGP8004
Londra, maratona olimpica femminile, comincia la mia avventura in giro per il mondo.

IMGP8296
Hong Kong, un traghetto Star Ferry al tramonto: probabilmente il modo più economico per spostarsi da una parte all’altra della baia.

IMGP8756
Nella metro di Tokyo c’è chi è rapita completamente dalla lettura.

IMGP8899
Tokyo, due monaci shintoisti lavorano con attenzione alla pulizia del cortile

IMGP9039
San Francisco, la nebbia mattutina comincia a diradarsi sul Golden Gate Bridge.

IMGP9264
Santiago del Cile, un’amatriciana notturna a casa del mio amico Gabriele (quello che era partito 6 mesi fa).

Settembre

Ultimi residui dell’estate, si fa un’uscita tra Sperlonga e Gaeta:

IMGP9456
Un operaio smonta le luminarie per una festa paesana a Sperlonga.

IMGP9622
Due novelli sposi nelle mani di perfidi fotografi.

IMGP9819
Il tramonto. Ha bisogno di descrizioni?

Ottobre

Foto di gruppo
La gita in Sicilia: tre giorni di giri e allegre magnate in compagnia degli amici di Tommaso Natale (che è un quartiere, non una persona).

Scout in preghiera
Tre ragazze scout in devotissima preghiera a S. Rosalia.

Pose lunghe a Cinisi
Cinisi, la luce molto bella e il mare impetuoso sono gli unici responsabili di questo scatto così burrascoso.

Novembre

IMGP0651
Corso di Food Photography, il protagonista della giornata sarà lui: il polpo.

IMGP0697
Il nostro chef Matteo al lavoro.

IMGP0813
Ed ecco il piatto!

Dicembre

Convegno nazionale educatori ACR, il sabato pomeriggio un bell’itinerario artistico sulle “tracce” di Caravaggio.

DSC00073
Ovviamente non poteva mancare una foto con un’opera di Caravaggio, anche se sfocata sullo sfondo.

DSC00079
Fotografare un carosello illuminato riflesso in una pozzanghera è un clichè? Probabilmente, ma la foto mi piace lo stesso!

DSC00101
La piazza del Campidoglio “quasi” completamente deserta, un’occasione che mi prometto di ricercare la prossima estate, magari verso le 6 del mattino.

Annunci
Contrassegnato da tag ,

Cosa ho scritto quest’anno (2010 Edition)

Anche quest’anno ripropongo la bieca operazione dell’anno scorso, il best of dell’anno 2010. È stato un anno poco prolifico (appena 10 post, incluso questo), che mi ha visto condividere perlopiù mini pensieri sui social network che contenuti ragionati. Ma procediamo con ordine:

Gennaio (1 post)

Niente di che, un post di servizio per promuovere “M’illumino di meno” e per giocare ancora con i microformats, in questo caso con hcalendar.

Febbraio (3 post)

Il mese più corto è stato quello più “prolifico”. Un reportage da Barcelona, dove ho seguito i test della Formula 1 è sicuramente l’unico degno di nota. Gli altri due post sono una previsione non avverata e un po’ di ironia su certo marketing non proprio azzeccato.

Aprile (2 post)

Comincia un po’ la decadenza. Due post del tutto estemporanei: una foto di una pubblicità di Internet Explorer e una citazione dall’ultima puntata di Boris, questa da leggere.

Giugno (1 post)

Ecco l’idea! Un unico post, ma dai risvolti inaspettati. Tutto comincia con un asciugamano (che nessuno mi ha ancora regalato) e prosegue con un mini servizio ancora molto embrionale, per il quale spero di trovare più tempo, prima o poi.

Settembre (1 post)

L’addio al blog self-hosted. Non avendo scritto molto fino a quel momento, ho deciso di chiudere baracca e spostarmi su un servizio shared. Meno sbattimenti, certo, ma anche un po’ meno flessibilità. Vedremo quanto resisterò in questa gabbia dorata.

Ottobre (1 post)

Arrivano gli ebooks in italiano! Potevo farmi sfuggire l’occasione di provarli? Certo che no! Ecco qualche pensiero su un modello stupido, ma che forse (purtroppo) reggerà. Magari nel 2011 vi spiego perché.

2011

Questa volta qualche impegno e qualche previsione per il 2011 voglio farla, così almeno sentirò l’obbligo di rispettare la parola data a quei due/tre che si ostinano a tenermi tra i feed.

Mi piacerebbe innanzitutto riprendere l’esperienza del Wikinaufragio, renderlo un appuntamento fisso. Poi, penso che sparerò su WordPress qualche riflessione breve, sullo stile di Tumblr, oltre alle immancabili foto di scarsa qualità fatte a cose viste per strada.

Una cosa che sicuramente non voglio fare, è trovare un argomento su cui specializzarmi, un fil rouge, mi piace mantenere un approccio confusionario, poter parlare di “guerra e marketing, patatine e caldaie, macchine da scrivere e pneumatici da strada, telefonia e maglioni, televisione e ristorazione autostradale” (tanto per citare). In fondo non scrivo per un ranking di Google o per creare una grande community, ma per divertirmi e per quei due/tre che mi tengono ancora nel feed (e ai quali probabilmente piace questo approccio).

Buon Anno nuovo!

Contrassegnato da tag , ,

Cosa ho scritto quest'anno?

Se con questo blog ci facessi dei soldi, questo post sarebbe una bieca operazione commerciale. Visto che non ci faccio i soldi (anzi, ce li spendo), questo post resta una bieca operazione commerciale, ma non mi fa guadagnare un centesimo di più.

Vorrei ripercorrere, mese per mese, quanto ho scritto, riproponendovi in lettura un po’ il best of… se si può parlare di best su questo angolo di internet (che quest’anno ha prodotto 33 articoli, 34 con questo, tanto per consumare un po’ di banda).

Gennaio (3 post)

Un post autocelebrativo, il mio bestseller di sempre, ma soprattutto l’articolo con cui ho aperto l’anno: la recensione di Shantaram. Questa ve la consiglio proprio, anche perché il libro merita!

Febbraio (3 post)

Altri tre post, con un’insospettabile ironia sul Kindle, piccoli errori di stampa sulle ricariche telefoniche e un bellissimo video che spiega la crisi finanziaria for the rest of us. Da vedere.

Marzo (6 post)

Si vede che a marzo avevo proprio poco da fare! Non mi metto a elencarli tutti, sarebbe noiosetto, ne segnalo solo un po’: ho scoperto un nuovo modo di viaggiare (molto geek e divertente, l’ho provato in agosto) e ho scritto la recensione del mio attuale telefonino, l’HTC Dream (il famoso Googlefonino). A quanto pare è la seconda pagina più visitata del mio blog.

Aprile (5 post)

In aprile ho presentato il mio First Cat (in opposizione all’omonimo First Dog), dissertato sulla pronuncia del nome dell’attuale scuderia campione del mondo e scritto un piccolo capolavoro incompreso, con strani legami tra diritto e webdesign… mi hanno dato del matto, ma secondo me resta uno dei miei post meglio riusciti.

Maggio (7 post)

Con la tesi in stallo e l’ultimo esame ancora lontano, maggio è stato prolifico, ben 7 articoli (anche se, quasi tutti di poco spessore). Assolutamente da segnalare il wikinaufragio, esperimento letterario con wikipedia (da ripetere!).

Giugno, Luglio e Agosto (0 post)

Estate, tempo di esami e di vacanze…secondo voi, mi mettevo a scrivere sul blog? Ovviamente no, ma non posso lasciarvi a bocca asciutta, quindi ecco le foto delle vacanze estive (da notare: il geohashing).

Settembre (3 post)

A settembre il blog cambia forma e diventa come lo vedete ora, gli altri due post sono fotografie scattate con il telefonino.

Ottobre (4 post)

Qualche ritoccatina al tema, il nuovo servizio di Google e un articolo sul futuro della lettura, frutto della sperimentazione estiva di un ebook reader. Questo, decisamente buono (ok, io sono l’oste, ma questo è buono davvero!).

Novembre (1 post)

C’è poco da scegliere. Nel mese in cui mi sono laureato, ho scritto solo la recensione dell’ultimo gingillo tecnologico comprato, il Kindle 2. Si integra con l’articolo del mese scorso e sono costretto a dire che è il migliore di novembre, visto che non ho scritto altro.

Dicembre (2 post)

Qui è controverso: devo inserire nel conteggio dei post anche questo? Ma soprattutto, se questo articolo linka tutti i miei post, dovrebbe linkare anche a questo? Facciamo così, lo inserisco nel conteggio (in fondo, l’ho scritto), ma non lo linko (in fondo, lo state leggendo). L’altro mio articolo è su un nuovo strumento di Google per i webmaster, strumento che però, secondo me, non funziona affatto.

E il 2010?

Perché fare previsioni? Quello che verrà, verrà. Buon Anno a tutti!

(Ah, se volete leggere anche i vecchissimi post, senza dover premere diverse volte il pulsante PREV del blog, c’è questo bellissimo archivio che presto avrà uno stile tutto suo e un link in alto per aumentarne la visibilità!)

Contrassegnato da tag , ,