Archivio mensile:luglio 2011

Una strage silenziosa sulle nostre spiagge

IMGP6059

Tutte le estati c’è una strage non raccontata, uno sterminio di giovani del quale i telegiornali tacciono. Se chiedete di questo pericolo a qualsiasi bagnante vi risponderà così: “È successo proprio la settimana scorsa, me l’ha detto una mia amica alla quale l’ha raccontato sua zia. Deve essere vero.” A questo punto avrete capito di cosa sto parlando: delle decine, che dico, centinaia di morti all’anno dovuti al bagno dopo mangiato. Una saggezza tramandata dalle nostre nonne, eppure non una pubblicità progresso, non una campagna, neanche un semplice cartello che ci metta al riparo da questo rischio. Basterebbe seguire la semplicissima regola già conosciuta dai nostri avi:

Kcal del pasto / numero di portate x 3

(i puristi storceranno il naso perché la formula completa include anche il quadrato dei grassi saturi e la radice cubica dei carboidrati, ma i risultati di questa formula sono sicuri anche per un pranzo di matrimonio) o più semplicemente le canoniche tre ore. Come vedete è semplice prevenire, per cui mi domando: Ministro Maroni, cosa aspettiamo?